Dreamweaver compie 18 anni

Dreamweaver compie 18 anni

Ammetto che recentemente non lo sto più usando. Grazie ai diversi framework di frontend come Bootstrap o Foundation usare Dreamweaver è diventato superfluo, nel senso che con Dreamweaver si può fare tutto, anche troppo e ogni volta quando lo apri si porta dietro troppa roba. Quando devo lavorare con html e css uso il più leggero Adobe Edge Code. Ora però il programma compie 18 anni e sono curioso di vedere quali novità mi sto “perdendo”. Ecco un articolo redatto direttamente da Adobe dove, con la scusa del 18° compleanno, vengono presentati 18 tips.

Leggi articolo

Addio Fireworks, benvenuto Sketch

Addio Fireworks, benvenuto Sketch

Per anni ho usato Fireworks, prima di Macromedia, ora di Adobe. Purtroppo ora Adobe ha deciso di non investire più su Fireworks e ne ha abbandonato lo sviluppo. Come conseguenza il programma è diventato lento e spesso va in crash. Il suo punto di forza è sicuramente quello di essere uno strumento fenomenale per la prototipazione e il successivo passaggio alla “vestizione” dei wireframe prodotti, il tutto gestendo grafica vettoriale e bitmap.

Dopo un primo momento di panico e smarrimento nella comunità dei designer ha cominciato a diffondersi l’uso di Sketch che, grazie alla sua leggerezza e semplicità, si sta imponendo come standard per la progettazione di interfacce.

Per chi ancora non lo conoscesse o per chi lo conosce ma vuole imparare qualche nuovo trucchetto, ecco una articolo che vi porta per mano nel passaggio da Fireworks a Sketch. Buona lettura.

Leggi articolo

I colori dei charts

I colori dei charts

È online il mio nuovo sito. Spero di aver reso chiara la mia idea di design e di approccio al lavoro.

Oltre ad essere uno strumento per farmi conoscere, proverò ad utilizzare questo spazio per divulgare le novità in ambito di user experience,  webdesign e graphic design.


Colori dei grafici

Quindi per cominciare bene, segnalo questo interessante articolo sulla scelta dei colori nei grafici (charts). Lavorando per realtà che hanno a che fare con il mondo finanziario, dove grafici a torta e istogrammi sono all’ordine del giorno, spesso capita di avere una grande mole di dati da rappresentare a video. Il punto di forza di un buon grafico e il colpo d’occhio, riuscire a trovare il giusto contrasto tra i colori che rappresentano i diversi dati è fondamentale.

Leggi articolo